Rocchi e la Juventus, tre errori a favore e uno contro

arbitro-rocchi1

CREDO che su Juventus-Roma vada fatto un discorso oggettivo, ma che il giudizio finale non possa prescidere anche dalla discrezionalità  dell’arbitro nel prendere le decisioni chiave.

Il primo rigore. Punizione di Pirlo, Maicon salta e tocca il pallone con l’avanbraccio destro.

Maicon era fuori area, il braccio era attaccato al corpo e a protezione del viso.

Non c’era calcio di rigore.

Gianluca Rocchi aveva optato per una punizione fuori dall’area. E già qui aveva commesso un errore, perché ammetteva e giustificava il fatto che Maicon si fosse staccato dalla barriera prima che Pirlo calciasse. In questo caso avrebbe dovuto far ripetere la punizione ed ammonire il giocatore della Roma.

Poi ci ha ripensato, spinto da Marchisio ha guardato dove fosse la linea bianca da lui segnata per posizionare la barriera ed ha punito il fallo (giudicato erronaemente intenzionale) con il rigore.

Quindi in una sola azione ha commesso tre errori: 1. Ha considerato regolare l’uscita dalla barriera di Maicon, 2. Ha giudicato volontario il fallo del terzino romanista, 3. Ha ritenuto per deduzione che il fallo fosse stato fatto all’interno dell’area.

Secondo rigore. Lichtsteiner non guarda il pallone e placca Totti in area.

Era calcio di rigore.

C_4_articolo_2024352_upiImagepp

Terzo rigore. Pianic va a contrasto con Pogba.

Rigore dubbio.

Il fallo, se avviene, è al limite della linea che disegna l’area di rigore. Non si capisce se sia sulla linea o leggermente fuori. Ma anche qui Rocchi non ha dubbi.

Il caso si verifica dopo 46’38” di gioco. Il tempo di recupero era stato indicato in un minuto, ma era il tempo minimo. L’arbitro può decidere di prolungarlo a suo insindacabile giudizio.

Il 3-2 della Juventus.

Bonucci calcia splendidamente al volo e realizza.

Tra Vidal e la linea di fondo c’è solo Skorupski. Il giocatore juventino è sulla traiettoria del pallone tra Bonucci e il portiere, ostacola quindi il difensore romanista. Il gol andava annullato per fuorigioco.

Espulsione Garcia.

A quanto visto in televisione, sembra sia dovuta a un gesto ironico del tecnico della Roma.

Mi chiedo perché mai Bonucci che ha rincorso insultando Gervinho reo di aver proseguito l’azione dopo l’infortunio di Caceres, che è stato ammonito ed ha continuato ad inveire contro l’arbitro, che successivamente ha cercato di intimidire sia rimasto in campo.

Rigore su Marchisio.

Sullo 0-0 Marchisio subisce fallo in area. Viene toccato sul piede destra e va a terra.

Era calcio di rigore.

Arbitro-Rocchi

Detto questo mi chiedo come sia stato possibile mettere assieme una così lunga serie di errori in una sola partita. Sbagli da regolamento, da posizione, da interpretazione. E non c’è voluta la moviola per capire quanto la giornata del signor Rocchi fosse stata disastrosa. Non è che non ha visto, in tutte e tre i gol juventini ha visto e dato ragione alla squadra di Torino. Non ha mai avuto un dubbio, tranne in occasione del primo rigore concesso in cui ha anche contraddetto se stesso.

Era una partita chiave per il campionato, è stata falsata da una direzione di gara decisamente inadeguata.

Colgo l’occasione per sottolineare la mia allergia per il calcio. È l’unico sport in cui si tifa contro. In cui si gode delle sventure altrui, anche quando la squadra per cui si tiene non è coinvolta.
Ho tifato per la Juventus in Champions League, non mi sarebbe mai venuto in testa di gufare una sua sconfitta.  E invece sono stati tantissimi a farlo.

Oggi leggo sul web commenti lontani anni luce da un’analisi oggettiva della partita di Torino, commenti che ironizzano sull’esito della sfida tra Juventus e Roma.
È un atteggiamento che non capisco. Forse anche per questo il calcio mi piace sempre di meno.

Concludo informando chi ha la cortesia di leggermi che ho aperto la campagna “Adotta un telecronista”. Il fine sociale è quello di convincere tutti i telecronisti che non si può dire standing ovation (a period of prolonged applause during which those in the crowd or audience rise to their feet, dal momento che usate il termine desumo che conosciate la lingua inglese) se gli spettatori sono seduti. Per cortesia astenetevi dal pronunciare quelle due parole. Grazie.

Advertisements