Ruiz jr: Sono un guerriero messicano, un bimbo che ha realizzato un sogno

Belle parole di Andy Ruiz jr ai microfoni di Sky Sports dopo la clamorosa vittoria sul ring del Madison Square Garden contro Anthony Joshua.
“Mi sento così bene, ragazzi. Questo è quello che sognavo fin da bambino, è quello per cui ho lavorato duramente e non posso credere di avere realizzato tutti i miei sogni.
Solo il cielo è il limite di un bambino.
Questa è stata la prima volta che sono finito al tappeto, ma volete sapere una cosa? Il knock down mi ha reso ancora più forte, mi ha fatto sentire ancora più determinato. Mi sono detto: ora mi alzo e lo mando giù. Sono un guerriero messicano, ho sangue messicano nelle vene. Lo  stile messicano? Credo di avere appena dimostrato di averlo.
Sapevo che, dopo un terzo round per lui disastroso, avrebbe fatto di tutto per recuperare. Ho saputo aspettare, non ho avuto fretta. Poi, al momento giusto ho tirato fuori la vittoria più grande della mia carriera.
Avrei potuto provarci prima, ma non volevo sprecare tutto ciò che avevo ottenuto. Sono andato a pressarlo, a dargli la caccia ancora di più, a lavorare al corpo, a  colpirlo alla testa. Ho seguito il piano strategico  di Manny Robles. Era perfetto.
Una rivincita?
Certo che ci sarà. Ma in questo momento, voglio solo festeggiare. Ho appena scritto la storia, piccola forse per gli altri, grande per il Messico”.

Annunci

2 commenti

  1. Faccio mea culpa. Lo avevo sottovalutato. Ma Joshua mi è sembrato davvero sulle gambe. Molle e impaurito. Quasi incredulo al terzo atterramento, sembrava ridere.

    • A me AJ è sembrato un pugile che abbia perso la voglia di combattere. Uno a cui sia finita la fame. A comandare tatticamente la sfida, in ogni istante del match, è stato un pugile buono ma non eccezionale, per giunta più basso di una quindicina di centimetri (non i dieci dichiarati) e con un allunga minore di almeno venti centimetri. Per non parlare del peso che si porta dietro. Bravo comunque a scegliere e trovare il modo per impedire a Joshua di boxare alla lunga distanza. Decisamente più bravo di quanto si possa pensare vedendolo fuori dal ring.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...