Saltasse Alvarez, il grande affare sarebbe Golovkin vs Murata in Giappone

Segui i soldi.
È un consiglio utile per chiunque cerchi qualcosa o qualcuno.
Gennady Golovkin è un pugile di grandissimo valore, ma per intascare milioni di dollari deve salire sul ring contro un rivale che alzi il livello commerciale della sfida.
Così è stato nel primo combattimento contro Saul Alvarez (15 milioni garantiti a GGG), così sarebbe stato nella rivincita (ipotizzati 30 milioni di dollari per il kazako) se solo Canelo non fosse stato trovato positivo all’antidoping e successivamente squalificato per sei mesi.

Quindi, per capire il futuro di Golovkin, bisogna percorrere la strada del dollaro.

Difficile che possa portare a Billy Joe Saunders (campione Wbo). Incontro interessante, ma senza possibilità di borse record.

Ancora più difficile che accada contro Sergiy Dereyanchenko (sfidante Ibf) o Jermall Charlo (sfidante Wbc). Anche qui, rivali preparati per mettere in piedi una sfida accettabile sotto il profilo tecnico. Ma non in grado di arricchire in modo consistente il conto in banca di Golovkin.

Restano in piedi due soluzioni.
Ancora Alvarez, ed è la cosa più probabile. Sembra che la meta da raggiungere sia quella del 15 settembre alla T-Mobile Arena di Las Vegas. I due clan hanno contatti più che avviati, ma la soluzione sembra non essere così semplice. Il doping di Canelo ha complicato la trattativa.

La seconda ipotesi si chiama Ryota Murata. È il campione Wba, mentre GGG è il supercampione della stessa associazione (una delle mille follie della Banda dell’Alfabeto). Ma soprattutto il giapponese è l’uomo che può garantire un importante incasso al botteghino (la sfida si svolgerebbe al Tokyo Dome: 55.000 posti) e notevoli introiti televisivi. La popolarità di Murata in Giappone è enorme. Il tutto esaurito allo stadio è garantito, gli indici d’ascolto stellari anche. La conquista del titolo contro Hassam N’Dam ha registrato trenta milioni di spettatori su Fuij Tv, la difesa contro Emanuele Blandamura ne ha contati 15. Facile immaginare a quali livelli si possa arrivare per la sfida a Golovkin.

“Tom Loeffler (promoter per GGG) e Bob Arum (il boss della Top Rank che gestisce gli interessi del giapponese) stanno discutendo l’affare”, scrive boxingscene.com.
Nelle prossime settimane ne sapremo di più.

 

Advertisements