Domani a Los Angeles il controesame antidoping per Povetkin

klitschko-povetkin-weigh-in5-620x330Nei giorni scorsi si era erroneamente sparsa la voce che il campione B del test antidoping effettuato da Alexander Povetkin il 16 dicembre 2016 fosse risultato negativo, sconfessando così la prima analisi della VADA (Voluntary AntiDoping Association). In realtà il campione B sarà aperto soltanto domani nel laboratorio dell’Università di Los Angeles, alla presenza dello stesso Povetkin o di un suo rappresentante di fiducia.
Il World Boxing Council ha fatto sapere che solo dopo avere conosciuto l’esito di questo secondo esame stabilirà quali saranno le procedure per la definizione della situazione della categoria dei pesi massimi.
Attualmente il campione è Deontay Wilder che da due anni non difende il titolo contro lo sfidante ufficiale e il 25 febbraio a Birmingham (Alabama) affronterà Andrzey Wowrzyk (numero 12 della classifica).
Per il titolo a interim avrebbero dovuto affrontarsi il 17 dicembre, in Russia, Bermane Stiverne e Alexander Povetkin.
Stiverne è stato trovato positivo al dimethyamylose. Se l’è cavata con 75.000 dollari di multa e la conferma della qualifica di co-sfidante all’incontro che avrebbe designato lo sfidante ufficiale di Wilder.
Il giorno prima del match è stato trovato positivo Povetkin (ostarine). A quel punto il Wbc ha tolto l’etichetta di titolo a interim al match, Stiverne si è rifiutato di combattere e il russo ha affrontato Johann Duhaupas (avvertito all’ultimo momento e sconfitto per ko alla sesta ripresa).
Domani, nel laboratorio dell’Università di Los Angeles, la prossima puntata.
La storia continua. E non è una bella storia.

Advertisements