Il caso Manuel Charr, il massimo a cui la Wba ha promesso una sfida mondiale

4173700-1

Manuel Charr è il numero 8 della World Boxing Association nei pesi massimi.

Ad agosto era 15.

Nei suoi ultimi tre incontri ha perso per ko 5 contro il massimo leggero Mairis Briedis (6 centimetri più basso e 14,5 kg più leggero del tedesco di origini libanesi) e vinto contro il bielorusso Andrei Mazanik che poco più di due mesi prima di quella sfida era stato messo ko da Smir Nebo. Mazanik è numero 574 nel ranking di boxrec, che non sarà il libro della verità, ma un’idea sul valore di questo pugile la offre. L’ultima volta che Charr è salito sul ring ha sconfitto Sefer Seferi, a fatica nella Top 100 della categoria.

Il colosso tedesco è stato protagonista di un bel salto in avanti, nonostante abbia perso tre volte negli ultimi sette incontri (in due occasioni per ko).

La Wba lo ha nominato campione Intercontinentale e gli ha promesso una sfida per il titolo entro il 2017 contro il vincente di Browne vs Briggs.

Lui ha già annunciato un match in gennaio.

mendoza

La comunicazione della qualifica di campione Intercontinentale è stata fatta dal sito ufficiale dell’Associazione, lo stesso che ha come notizia più importante del mese la partecipazione di Gilberto Jesus Mendoza jr alla maratona di New York…

Mendoza junior, la cui famiglia governa la Wba da trentadue anni, è il presidente di questo Ente resosi protagonista negli ultimi tempi di rare perle di saggezza.
Manuel Charr non è in classifica per Wbc, Ibf, Wbo.

Advertisements