Dieci anni fa, quella partita lunga tre giorni. Sfide infinite tra noia e magia

Ci sono partite che sembra non debbano finire mai. Ci caschi dentro e ti ritrovi in una dimensione senza spazio, né tempo. Il tennis per eliminare l’inconveniente ha inventato il tie break. Ci ha pensato James Henry (Jimmy) Van Alen nel 1965. Originario di Newport, nel Rhode Island, ha perfezionato nel tempo l’idea. Il primo passo è stato quello di assegnare il set a chi arrivava per primo a 21, con cinque servizi a testa. Proprio come nel tennistavolo. Poi ha spostato l’asticella. Set a chi arrivava per primo a 5. Terzo e decisivo passo, tie-break dal 6-6: vittoria per … Continua a leggere Dieci anni fa, quella partita lunga tre giorni. Sfide infinite tra noia e magia