Oliva racconta l’uomo e il pugile, sfida se stesso e fa centro anche a teatro

Via Chiaia, centro storico di Napoli. Arrivo con passo lento da piazza dei Martiri, mi fermo all’altezza del civico 157, davanti all’ingresso del Sannazzaro: un teatro dell’Ottocento. Mi raccontano che su quel palcoscenico si sono esibiti attori come Emma Grammatica e Ruggero Ruggeri. Resto colpito da tanta nobilità. È martedì 26 giugno, mancano pochi minuti alle 21. Una piccola folla si muove davanti all’ingresso, quattrocento posti, tutto esaurito. Patrizio Oliva sta per lanciare l’ennesima sfida. Detrattori ne ha sempre avuti, e sempre ne avrà. È nello spirito del personaggio. Poco accomodante, cerca un’empatia istintiva con l’interlocutore. Quasi mai a caccia … Continua a leggere Oliva racconta l’uomo e il pugile, sfida se stesso e fa centro anche a teatro