Lewis, campione poco amato

STRUTTURA fisica da vero massimo, padronanza dei tre i colpi fondamentali del pugilato. Jab sinistro pesante, sufficiente potenza in entrambe le mani. Questo era Lennox Lewis. Si muoveva bene sul ring, aveva agilità e buona scelta di tempo. Ma anche fragilità di mascella, evidenziata dai due ko subiti contro Oliver McCall e Hasim Rahman ed entrambi frutto di un solo colpo. Dubbi anche sulla sua tenuta psicologica. Ha battuto un Tyson ormai in definitivo declino, ma ha anche dominato tutti gli altri rivali nel pieno delle loro condizioni psico-fisiche tra cui Vitali Klitschko, Evander Holyfield, Frank Bruno, Tony Tucker, Donovan … Continua a leggere Lewis, campione poco amato