Il caso Morrell. Rivali scarsi, mondiale subito, fuori peso ma non perde il titolo

Lo strano caso di Osvary David Morrell.
Cubano di 22 anni, nella passata stagione esordisce al professionismo dopo un periodo dilettantistico senza titoli a livello senior.
Batte Yandris Rodigruez, che ha un record di 2-6-0. Immediatamente sale al numero 14 della WBA nei supermedi. Poi supera Quinton Rankin (4-4-1 negli ultimi nove match) e va al numero 6. Forte di questo curriculum affronta Lennox Allen (22-0-1) per il titolo ad interim della WBA.
Il supercampione dei supermedi, al tempo, era Callum Smith; Saul Canelo Alvarez era il campione, Fedor Chudinov il campione Gold. La WBA non conosce limiti, le cinture vengono assegnate a manciate. L’Associazione non riscontra nessuna irregolarità nel fatto che i campioni non difendano il titolo e mette in piedi un match per designare il campione in sostituzione. Il detentore del titolo ad interim dovrebbe infatti essere colui che lo detiene fino a quando il vecchio o il nuovo campione non ne entrino in possesso. Questo nella vita normale, ma non nel pugilato e tantomeno per la WBA. Che, non contenta del capolavoro, porta al numero 3 della classifica Morrell senza che questi abbia sostenuto combattimenti.
Ed è da 3 che affronta e supera il 35enne Lennox Allen. Il successo lo porta al numero 1.
David Morrell è numero 1 WBA, campione ad interim, con soli tre match all’attivo. Almeno due contro rivali mediocri. E non può neppure vantare un passato dilettantistico con ori olimpici o mondiali che ne giustifichino la rapida escalation.
Stasera avrebbe dovuto battersi contro lo statunitense Mike Gavronski (26-3-1) per la difesa del titolo, Ma al peso non è rientrato nei limiti della categoria (168 libbre, 76,188 kg), un chilo in eccedenza. Match ridotto a 10 round, senza corona in palio. Nessun provvedimento nei confronti del cubano, non sia mai.
Ma, si sa, il pozzo della boxe è senza fondo. Quando si pensa che non ci sia più nulla di cui stupirsi, si scopre che c’è ancora molto terreno da scavare. Il colpo di scena arriva nella tarda mattinata americana, primo pomeriggio in Italia.
Secondo PBC (Premier Boxing Champions), il match di stasera tra il campione ad interim dei super medi David Morrell e Mike Gavronski, 11 per la WBA, era stato da sempre concordato a 170 libbre (77,100 kg), quindi il titolo mondiale ad interim non era mai stato in gioco. Morrell resta campione. Tutto questo appare in clamoroso contrasto con l’intera promozione fatta per lanciare il match, pubblicità in cui si parlava chiaramente di incontro per il titolo mondiale ad interim sulla distanza delle 12 riprese. 
Nessuno, evidentemente, aveva avvertito Mike Gavronski che si è presentato sulla bilancia a 167.4 (75,750 kg)…