Arguello vs Escalera trasmesso in Italia grazie a 28 TV private

 

4 febbraio 1979.
Palasport di Rimini, mondiale WBC dei superpiuma.

Alexis Arguello (57-5-0) contro Alfredo Escalera (42-9-2).
Grandi campioni anche a bordo ring: arbitro Angelo Poletti, giudici Amleto Bellagamba e Marcello Bertini.

Combattimento fantastico. Due fenomeni del ring a confronto. Consistenza dei colpi, ma anche tecnica al massimo livello. Successo per kot al tredicesimo round di Arguello, a chiusura di un incontro così bello da commuovere.

 

Il match fu trasmesso in diretta negli Stati Uniti, in Italia i diritti furono comprati da ventotto televisioni private (tra cui SPQR e Telemilano) che lo diedero il giorno dopo in prima serata.
L’organizzazione era di Bob Arum e Rodolfo Sabbatini.

Quella sera, nei massimi Alfio Righetti battè ai punti in 10 riprese Tom Prater; Giancarlo Usai superò in otto round Eloi de Souza nei leggeri; Pierangelo Pira sconfisse in sei riprese Jose Luis Ribeiro nei welter.