È scomparso Vanni Loriga, un fuoriclasse del giornalismo

Questo paese sconosciutoda cui nessun viaggiatore è tornato.(William Shakespeare) L’ultimo progetto, raccontato un po’ per gioco un po’ per sfida, Vanni Loriga non è riuscito a realizzarlo.“Quando compio cento anni scrivo un libro, in quelle pagine ci sarà tutto quello che ho visto nella mia vita”.Lo diceva a un gruppo di colleghi riunito attorno a lui. Ascoltare Vanni era un piacere, aveva mille storie nel suo archivio, che poi era un cervello capace di fondere matematica ed emozioni. Narrava con la sapienza di uno sceneggiatore di talento. Ogni personaggio era arricchito con aneddoti curiosi, spiritosi, intriganti. La scenografia era sempre … Continua a leggere È scomparso Vanni Loriga, un fuoriclasse del giornalismo

Addio ad Andrea Bacci, ha scritto di boxe da innamorato

Andrea era un porto sicuro. Nonostante la vita non gli avesse risparmiato dolori e sofferenze, riusciva a regalare serenità agli altri. Se ne è andato via per sempre, alla sua maniera, quasi non volesse disturbare. Ha lasciato un ultimo messaggio su Facebook, uno dei luoghi che aveva scelto per comunicare.Ciao a tutti!Erano le 14:23 del 26 ottobre scorso. Molti lo hanno preso come un saluto con cui annunciava di avere scalato l’ennesima montagna, di avere vinto una battaglia davvero difficile. Di essere di nuovo pronto a combattere. Era invece, purtroppo, un grande abbraccio a tutti quelli che gli avevano voluto bene. … Continua a leggere Addio ad Andrea Bacci, ha scritto di boxe da innamorato

Lettori vs giornalisti sportivi. Poco rispetto per Kobe Bryant…

Il modo in cui la tragedia di Kobe Bryant è stata trattata sui giornali sportivi italiani ha aperto una violenta polemica tra lettori, giornalisti e giornalisti/lettori. Cosa dice l’accusa? Avete minimizzato sulle vostre prime pagine la morte violenta e improvvisa di un fenomeno dello sport moderno. La difesa parla di tempi di ricezione della notizia, concomitanza di altri eventi più importanti (Napoli-Juventus, Roma-Lazio), impossibilità di modificare la copertina. Ho lavorato per quarant’anni in un giornale sportivo. Sono stato praticante prima, redattore e inviato del Corriere dello Sport-Stadio poi. Ero un lettore pesante di quotidiani. Credo quindi di avere i titoli … Continua a leggere Lettori vs giornalisti sportivi. Poco rispetto per Kobe Bryant…

In ricordo di Teo, gli piaceva il tennis, amava la boxe. Quante avventure…

C’è chi ogni anno porta un fiore, chi dedica una messa alla memoria, chi offre una ricordo carico di affetto. Io ripropongo un articolo: sempre lo stesso. È un gesto in cui si può leggere un egoismo neppure tanto nascosto. È l’omaggio a un amico con il quale  ho girato il mondo, dividendo trent’anni di storie, divagazioni e incredibili avventure. Ma è anche un modo per rivivere giorni pieni di serenità.   Teo se ne è andato via per sempre il 10 di gennaio del 2014. Dopo una lunga e straziante malattia, si è arreso. Ricordo quelle visite tristi e … Continua a leggere In ricordo di Teo, gli piaceva il tennis, amava la boxe. Quante avventure…