Signani: Prestot? Dovrò pressarlo. Lui è bravo, ma io lo sono di più

Il 19 marzo a Massy, in Francia difesa volontaria dell’europeo medi di Matteo Signani (31-5-3, 11 ko) contro Anderson Prestot (24-2-0, 13 ko). Ho fatto una chiacchierata con il campione. Matteo, come va la preparazione?Bene, sono due mesi che ho cominciato. Sparring giusti, tanto lavoro, grandi sacrifici.Il peso?Sono a 73,800 (poco più di un chilo sopra il limite, ndr), credo di poter dire che va bene.Hai visto qualche video del tuo avversario?Sì, anche se mi fido poco delle immagini. Corri il rischio di trovarti davanti un’altra persona, di farti sorprendere.Un giudizio su di lui?È bravo, ma io sono più forte.Che … Continua a leggere Signani: Prestot? Dovrò pressarlo. Lui è bravo, ma io lo sono di più

Signani, difesa europea il 19 marzo contro Prestot in Francia

Matteo Signani sosterrà una difesa volontaria in trasferta.Il 19 marzo affronterà Anderson Prestot (24-2-0, 13 ko). Un 31enne esperto che si è anche battuto per il mondiale dei superwelter WBA. Il 20 luglio 2019 è stato sconfitto, a Marsiglia, per kot 5 da Michel Soro. Ricordo che Prestot era stato chiamato a sostituire lo sfidante designato a pochi giorni dall’evento. È stato campione nazionale e dell’Unione Europea dei pesi medi.L’incontro si svolgerà a Massy, in Francia, la città di Prestot.Il Giaguaro (31-5-3, 11 ko) è alla sua terza difesa, la seconda all’estero, del titolo conquistato l’11 ottobre 2019 contro Gevorg … Continua a leggere Signani, difesa europea il 19 marzo contro Prestot in Francia

Vent’anni fa, l’oro più incredibile dei Giochi invernali

Delta Arena, 301 W South Temple, Salt Lake City.Interno sera.Febbraio 2002, un 28enne siede sulla panca dello spogliatoio. Ha improbabili capelli biondo finto lanciati verso il cielo, un accenno di barbetta e un’espressione seria, concentrata.Si chiama Steven John Bradbury, gareggia nello short track, e tra poco disputerà la finale dei 1000 metri dei Giochi invernali. Andrà in pista, ghiaccio sotto i pattini, mille pensieri nella testa. Finora è salito sul podio solo in staffetta: bronzo a Lillehammer 1994, oro ai Mondiali di Sydney nel 1991. Due medaglie che lo hanno reso popolare in Australia. Adesso è davanti a un’impresa impossibile.Cinque … Continua a leggere Vent’anni fa, l’oro più incredibile dei Giochi invernali

Claressa, l’infanzia col papà campione della boxe da strada

Claressa Shields è nata il 17 maggio del ’95 a Flint, Michigan. La città più pericolosa d’America, la prima nella classifica dei crimini violenti. “La mentalità della gente di Flint? Cresciamo con l’istinto a guardarci le spalle. Sappiamo riconoscere al volo chi vuole prendersi quello che è tuo. Siamo sempre pronti a combattere” A 5 anni ha subito violenze sessuali da un vicino di casa. Per lungo tempo ha dovuto fare a meno della famiglia. Senza la mamma, una donna travolta dalla dipendenza, e con il papà, un campione della boxe di strada, in prigione da quando lei aveva due … Continua a leggere Claressa, l’infanzia col papà campione della boxe da strada