Dossier WBA. Strani campioni, tragici errori, misteriose scalate…

La WBA terrà il Congresso (1-4 luglio) sfruttando il digitale. La pandemia impone il rispetto delle distanze. Il tutto in attesa del grande evento che si terrà nella prossima stagione. Il 2 luglio 2021 la World Boxing Association festeggerà i cento anni di attività. Nata come NBA (National Boxing Association) per governare la boxe negli Stati Uniti d’America, il 23 agosto 1962 è diventata WBA e ha allargato al mondo l’area di influenza. Cinquantotto anni di attività sotto questo acronimo, trentotto dei quali sotto il comando della stessa famiglia, i Mendoza. In pratica, una sorta di monarchia. Gilberto Mendoza è … Continua a leggere Dossier WBA. Strani campioni, tragici errori, misteriose scalate…

Il destro di Marciano è un capolavoro. Walcott ko, Rocky è mondiale

Philadelphia, 23 settembre 1952 Il campione è Jersey Joe Walcott. Il suo è un nome d’arte. Si chiama Arnold Raymond Cream, i genitori vengono dalle Barbados. Da lì sono scappati in cerca di fortuna. Dieci fratelli e la fame come compagna di tutta l’infanzia. Profondamente religioso, padre di sei splendidi bambini, Walcott si è fidato troppo degli uomini. I manager lo hanno privato di parte consistente dei guadagni. Per sette volte ha lasciato la boxe, preferendo lavorare come operaio edile, camionista o spazzino. Poi Felice Bochicchio, l’ultimo manager, l’ha convinto a tornare in palestra. Philadelphia, Municipal Stadium. Il popolare radiocronista … Continua a leggere Il destro di Marciano è un capolavoro. Walcott ko, Rocky è mondiale

Giovedì al CN del CONI si parla di elezioni. Autunno 2021 per la boxe?

Giovedì 2 luglio, presso il Foro Italico a Roma, sono in programma Giunta Nazionale (inizio ore 10) e Consiglio Nazionale (dalle 15:30) del CONI. Si parlerà anche delle prossime elezioni federali. Come è noto, il CIO ha deciso di adottare un approccio flessibile. Lascerà decidere ai Comitati Olimpici Nazionali, fatti salvi i rispettivi statuti, se seguire il mandato dei quattro anni o quello del ciclo dei Giochi Olimpici, tenendo in questo secondo caso le elezioni dopo l’Olimpiade del 2021. Per i CNO che sceglieranno questa soluzione, il CIO, in via eccezionale, consentirà una proroga del mandato iniziale oltre i quattro … Continua a leggere Giovedì al CN del CONI si parla di elezioni. Autunno 2021 per la boxe?

James Buster Douglas, la gioia più grande è quella che non era attesa…

Tokyo, 11 febbraio 1990 Un sogno lungo quaranta minuti. Poi il risveglio e la scoperta che tutto sta per trasformarsi in un incubo. James Buster Douglas (28-4-1) sale sul ring del Tokyo Dome per battersi contro Mike Tyson (37-0, 33 ko). Sul contratto c’è scritto 1,3 milioni di dollari per il massimo di Columbus. Per lui è la più grande borsa di sempre. Nessuno accetta scommesse sull’incontro. Nessuno tranne il Mirage Hotel di Las Vegas. Il capo dei bookmaker Jimmy Vaccaro quota lo sfidante 42/1. Ogni dollaro puntato su di lui ne frutterebbe 42 se Tyson perdesse. Un risultato impensabile. … Continua a leggere James Buster Douglas, la gioia più grande è quella che non era attesa…

Volevo parlare di Vittorio Gassman. La mia storia appena cominciata è già finita

Venti anni. Due parole, l’inizio di una storia. A vent’anni dalla morte, volevo raccontare cosa avesse legato Vittorio Gassman allo sport. Messo il punto, mi è venuto un dubbio. Ho aperto Internet e ho scritto una frase su Google (“Alla Ginnastica Triestina esordii con la nazionale maggiore, contro la Germania”), l’avevo letta ma non ricordavo dove. Ho cliccato. Pochi secondi dopo ho capito che il mio pezzo poteva finire lì. Venti anni. E niente più. Google mi aveva appena mostrato un articolo di Angelo Carotenuto su Lo Slalom, Il meglio del racconto sportivo. Scelto e commentato. Ho subito capito che … Continua a leggere Volevo parlare di Vittorio Gassman. La mia storia appena cominciata è già finita

El Gato in trappola. Oliva sconfigge Gonzalez e la maledizione del numero 7

Agrigento, gennaio 1987 Tre lunghe cicatrici, su gamba, petto e braccio, disegnano il corpo. Gli ricordano il momento in cui ha incontrato la morte. E l’ha sconfitta. Era il 12 settembre del 1981, El Gato perdeva ai punti contro Claude Noel ad Atlantic City, in palio c’era il mondiale WBA dei leggeri. Regalava una casa alla mamma e con il resto della borsa organizzava una grande festa. Musica, balli, cibo e alcol per tutta la notte. Poi saliva sulla nuova Mustang gialla assieme a quattro amici e si tuffava nella notte. Lo scontro con il camion era violento. Una carambola … Continua a leggere El Gato in trappola. Oliva sconfigge Gonzalez e la maledizione del numero 7

I GORDINI presentato nella sua terra. In Romagna (Lugo e Cotignola)

Doppio appuntamento in Romagna per la presentazione del libro I GORDINI una fameja ad fénómen Un padre e un figlio romagnoli. Vite difese con coraggio, in guerra o sul lettino di un ospedale. Meo è il figlio. Pugile grazie a un prete che legge il futuro, lascia per un terribile male. Oggi è un maestro di boxe che spiega la vita tirando cazzotti. Pronto a dare tutto sé stesso, pur di far diventare adulti i ragazzi che si affidano a lui. Un po’ filosofo, un po’ visionario. Studia le parole, le sue e quelle degli altri. Se gli piacciono, le … Continua a leggere I GORDINI presentato nella sua terra. In Romagna (Lugo e Cotignola)

Damiani batte il Mito ai Mondiali. È la sera dei miracoli, fai attenzione

Sorrise, come facciamo tutti quando veniamo colti di sorpresa dalla felicità. (Stephen King) Monaco, 11 maggio 1982 È una pioggia fastidiosa quella che sta venendo giù. Roberto Fazi ed io acceleriamo il passo, ci rifugiamo in un bar vecchio stile. Pochi clienti, un silenzio malinconico. Appena entrati però, sorridiamo senza neppure accorgercene. È una sorta di riflesso condizionato, accade quando si riceve in dono un’immagine che regala gioia. Una vetrina piena di dolci ci dà il benvenuto. Cappuccino caldo e bignè al cioccolato possono farti felice anche se sei immerso in un pomeriggio di pioggia, in una Monaco triste a … Continua a leggere Damiani batte il Mito ai Mondiali. È la sera dei miracoli, fai attenzione

Quella notte in cui Bundu sconcertò l’Inghilterra, giudici compresi…

Wolverhampton, 1 agosto 2014   Leo è un omino che sorride. Neppure nei momenti di maggiore tensione si mette la maschera del guerriero. Va ovunque lo chiamino, fa il suo lavoro, incassa la parcella e torna a casa. Mai una lamentela, mai un rimprovero. Ha una moglie, una bambina e un bambino che sanno cosa fa il loro uomo per guadagnare il salario. Adesso che il lavoro in Italia non c’è, Leo se ne va all’estero. Lì è più difficile, perché la gente ti urla contro, chi giudica il tuo operato lo fa con occhi da nemico e spesso in … Continua a leggere Quella notte in cui Bundu sconcertò l’Inghilterra, giudici compresi…

Storia di Sonny, un doppio legame con Rocky. Potrebbe sfidare Vianello

Sonny The Bronco Conto è nato nella zona sud di Filadelfia, 24 anni fa. I suoi nonni sono italiani. È un pugile professionista, imbattuto dopo sei match (6-0, 5 ko). Peso massimo, sotto i cento chili per 1.93 di altezza. Ha cominciato come lottatore. Era ancora un ragazzo quando ha deciso di scegliere la boxe. È cresciuto nella 9th Street, quella dove abitava Rocky Balboa nel primo film della serie Rocky. La sua casa era a pochi edifici dal mercato italiano, quello in cui Silvester Stallone corre tra le bancarelle, di prima mattina per allenarsi. Il suo coach è il … Continua a leggere Storia di Sonny, un doppio legame con Rocky. Potrebbe sfidare Vianello