Filimonov attacca: “Analfabetismo tattico e tecnico di chi guida gli azzurri”

Un post su Facebook. A firmarlo non è uno dei soliti contestatori. Stavolta giornalista, medico e campione del passato hanno solo letto, non scritto o parlato. No, l’attacco frontale arriva da uno stimato tecnico che ha collaborato con la stessa Federazione Pugilistica Italiana sino a qualche mese fa. Vasiliy Filimonov, russo di 67 anni, è stato nello staff tecnico degli azzurri dal 2007 al 2009, è tornato a lavorare con la Fpi nel 2016. A dicembre dello scorso anno ha cominciato una collaborazione con Clemente Russo, che aspira a raggiungere la sua quinta Olimpiade e per centrare questo obiettivo è … Continua a leggere Filimonov attacca: “Analfabetismo tattico e tecnico di chi guida gli azzurri”

Ruiz jr entusiasta dell’idea di poter partecipare ai Giochi di Tokyo 2020

Come anticipato ieri (https://dartortorromeo.com/2019/09/30/a-tokyo-2020-ancora-pro-e-arbitri-aiba-parita-di-genere-a-parigi-2024/), il Messico ha aperto una campagna promozionale per convincere i suoi campioni professionisti a partecipare ai Giochi di Tokyo 2020. Il presidente della commissione pugilistica Miguel Torruco Garza, come scrive oggi Fightnews, ha inviato una lettera a tutti gli atleti coinvolti spingendoli a combattere per la causa nazionale. Il primo a rispondere è stato il campione dei pesi massimi Wba, Ibf, Wbo Andy Ruiz jr: “Sarebbe un grande onore rappresentare il Messico ai Giochi Olimpici. Devo esaminare i possibili impegni contrattuali, ma farò tutto il possibile per contribuire in qualsiasi modo a riportare in alto il … Continua a leggere Ruiz jr entusiasta dell’idea di poter partecipare ai Giochi di Tokyo 2020

A Tokyo 2020 ancora pro’ e arbitri AIBA. Parità di genere a Parigi 2024

Tre notizie dal mondo AOB. Il CIO dovrebbe comunicare questa settimana la sua intenzione di confermare la presenza dei professionisti all’interno del torneo olimpico. La decisione del presidente Bach di togliere l’organizzazione del torneo all’AIBA e di affidarla a una task force diretta dal giapponese Watanabe non avrebbe quindi consigliato un diverso atteggiamento su un tema così pieno di pericoli, compresa la ripetizione del flop già verificatosi in Brasile. L’esperimento era stato infatti tentato, con esiti deludenti, la prima volta a Rio 2016. Solo tre professionisti avevano aderito al progetto: Hassan N’Dam N’Jikam (eliminato al primo turno da Michel Borges … Continua a leggere A Tokyo 2020 ancora pro’ e arbitri AIBA. Parità di genere a Parigi 2024

Hagler, finalmente mondiale, distrugge Minter nella notte delle belve…

Era il 27 settembre 1980, trentanove anni fa. Finalmente Marvin Hagler si prendeva quello che era suo, il titolo mondiale dei pesi medi. Accadeva in uno degli scenari più scandalosi della storia del pugilato.   Dopo la notte di Bellaria avevo sempre provato antipatia per l’inglese dagli occhi di ghiaccio. Mi era sembrato lontano dalla sofferenza della famiglia Jacopucci. Pensavo così perché non lo conoscevo. Quell’incubo non l’aveva mai abbandonato. E si era ripresentato, spietato, proprio alla vigilia della sfida contro Marvin Hagler. A sconvolgerlo di nuovo era stato il dramma di Johnny Owen, il peso gallo inglese ancora in … Continua a leggere Hagler, finalmente mondiale, distrugge Minter nella notte delle belve…

Jennifer Lopez e Shakira nella notte del Superbowl, il 2 febbraio a Miami

Uno show tutto latino. Saranno Jennifer Lopez e Shakira le protagoniste dello spettacolo musicale a metà tempo dell’edizione numero LIV del Superbowl, che si terrà il 2 febbraio 2020 all’Hard Rock Stadium di Miami, Florida. La finale della stagione NFL (Football Americano) sarà trasmessa in diretta su Fox. Sembra che questa volta gli spot avranno la durata di circa 40 secondi, dieci in più dell’ultima edizione, anche perché i blocchi pubblicitari sono stati ridotti da cinque a quattro. E saranno venduti a 5,6 milioni di dollari ognuno. Il Superbowl è seguito mediamente da cento milioni di telespettatori. Continua a leggere Jennifer Lopez e Shakira nella notte del Superbowl, il 2 febbraio a Miami

HALL OF FAME. Damiani super contro Stevenson, poi il mondiale da pro’

HALL OF FAME ITALIA 5. continua Le storie dei sei personaggi che, il 26 ottobre a Castrocaro Terme, entreranno a far parte della Hall of Fame Italia. Il protagonista di oggi è Francesco Damiani.   A Monaco ’82 l’impresa contro il cubano. Passato professionista, vince il titolo: in Italia solo lui e Carnera sul tetto del mondo nei pesi massimi di Davide Novelli Quattro etti, forse mezzo chilo di pasta fumante è lì pronta ad essere divorata. L’esterrefatto silenzioso testimone fatica ad immaginare che quella zuppiera si possa trasferire in pochi minuti nello stomaco del pugile già con le gambe sotto … Continua a leggere HALL OF FAME. Damiani super contro Stevenson, poi il mondiale da pro’

Liston distrugge Patterson e l’America che non lo ama, Kennedy compreso

Montante destro dello sfidante. Tre colpi a vuoto, due al corpo. Ancora tre errori, poi un gancio sinistro al volto. Picchia solo lui. Il campione vacilla, le gambe cedono, si aggrappa alle corde. E un bersaglio facile. Primo gancio sinistro alla mascella, destro che sfiora il bersaglio. Il gancio sinistro dello sfidante che chiude la sfida svolge in pieno il lavoro che era stato chiamato a fare. Sono passati 2:06 dall’inizio del match e Floyd Patterson è già knockout. Sonny Liston è il nuovo campione del mondo dei pesi massimi. C’è odio, rabbia, frustrazione negli sguardi e nell’anima di molti … Continua a leggere Liston distrugge Patterson e l’America che non lo ama, Kennedy compreso

Luca Rigoldi racconta passioni, gioie, paure e progetti. La sua vita

“La professoressa di italiano mi chiedeva come mi vedessi da vecchio. Io le rispondevo che già lo ero. Le piccole cicatrici che si stavano fissando sulla pelle erano le mie rughe, il segno delle esperienze accumulate nella vita”. Luca Rigoldi   Luca si ritiene un uomo fortunato. Gli rispondo che i risultati sono frutti del sacrificio, del lavoro, del talento. Non della fortuna. Lui dice che avere qualità è già una fortuna. “Che significa scegliere di fare il pugile professionista oggi in Italia?”. Prima di sentire la sua risposta, gli leggo quella che mi ha dato qualche tempo fa Emiliano … Continua a leggere Luca Rigoldi racconta passioni, gioie, paure e progetti. La sua vita

Un brutale ko scatena le polemiche. È giusto fare incontrare pro’ e dilettanti?

L’uzbeko Bakhodir Jalolov ha 25 anni, è alto 2.01 e pesa 111 chili. È professionista da un anno e mezzo con un record di 6-0, 6 ko. Vive a Brooklyn, New York, e boxa per Lou Di Bella. Ai Mondiali dilettanti di Ekaterinburg ha affrontato nei quarti di finale lo statunitense Richard Torrez, 20 anni, alto 1.88 e con un peso attorno ai 93 chili. Un dilettante con un record di 42-4-0. Un ragazzo alle prime armi a livello elite. Jalolov ha vinto per ko alla prima ripresa. Torrel è crollato al tappeto, è stato portato via su un telo, … Continua a leggere Un brutale ko scatena le polemiche. È giusto fare incontrare pro’ e dilettanti?

Eggington chiude in meno di due round, Fiordigiglio cede per kot

È durata meno di due round la speranza di Orlando Fiordigiglio di portare a casa la vittoria contro pronostico. Sam Eggington lo ha punito costrigendo l’arbitro a intervenire. Tutto è cominciato con un gancio destro che ha azzerato le resistenze del detentore del titolo, senza ricevere opposizione l’inglese si è avventato sul nostro pugile e gli ha scaricato addosso tredici colpi consecutivi senza incassarne neppure uno. L’arbitro ha giustamente interrotto un confronto diventato ormai impari e pericoloso. A match chiuso, Fiordigiglio non ha condiviso la decisione: “Ho accettato questo match perché ero convinto di vincere e per testarmi, per capire … Continua a leggere Eggington chiude in meno di due round, Fiordigiglio cede per kot