Il magico mondo di Meo, il maestro che spiega la vita tirando cazzotti

È colpa sua. È per quelli come lui che la boxe è diventata la mia passione. Meo ha passato i settanta e si porta ancora dietro il fuoco della ribellione giovanile. Prova un grande rispetto per quello che fa, non è cambiato molto negli anni. Qualche ruga in più, il pendere leggermente in avanti di collo e testa. Una postura che a me, che ho avuto la fortuna di passare lungo tempo nel grande mondo del tennis, ricorda Pete Sampras quando andava sulla linea di fondo pronto a sparare servizi micidiali. La voce poi. Quella la riconoscerei ovunque. È musicale. … Continua a leggere Il magico mondo di Meo, il maestro che spiega la vita tirando cazzotti

Un fenomeno della pallacanestro irrompe nel mondo del pugilato…

LeBron James entra nel mondo del pugilato. Sarà il produttore esecutivo di “40 days”, una serie di video che serviranno da lancio promozionale per i grandi incontri. Il primo, dedicato a Saul Canelo Alvarez vs Daniel Jacobs del 4 maggio a Las Vegas, andrà in onda martedì 23 aprile. LeBron, assieme al socio Maverick Carter, è il proprietario di Uninterrupted: la società che trasmetterà assieme a DAZN Tv i promo che appariranno anche su Univision, NBC e altre reti regionali. Il secondo episodio andrà in onda il 30 aprile. Il titolo riassume in due parole la preparazione alle sfide mondiali: … Continua a leggere Un fenomeno della pallacanestro irrompe nel mondo del pugilato…

Scopriamo chi è Boom Boom Enbom, il nuovo avversario di Turchi

Ha la carnagione rosea e la faccia del bravo ragazzo, sta per sposarsi e vive una tranquilla esistenza a Lahti, nel sud della Finlandia, con la compagna Marjnt Borgenstrom, quattro figli e un cane. Sta progettando un futuro da imprenditore, vuole aprire una palestra di fitness in città. Lo chiamano Boom Boom, ma non credo che il soprannome descriva al meglio il tipo. Sami Joonas Enbom ha un record di 18-2-0, 10 ko. Non mi sembra abbia il pugno che folgora. Buona tecnica e approccio giusto nelle situazioni complicate, questo sì. È un tipo calmo, tranquillo. Nella vita, come sul … Continua a leggere Scopriamo chi è Boom Boom Enbom, il nuovo avversario di Turchi

Tokyo 2020, aumentano le Federazioni che vorrebbero escludere la boxe dai Giochi

Il Comitato Organizzatore dei Giochi di Tokyo 2020 ha reso noto il programma degli eventi olimpici. Il pugilato avrà inizio sabato 25 luglio con due sessioni (11:00/14:15 e 17:00/20:15 orari locali) e si concluderà domenica 8 agosto (14:00/16:00) alla Kokugikan Arena. Come ha sottolineato lo stesso Comitato, l’inserimento della boxe nel programma è provvisorio: in attesa della decisione che il CIO prenderà a Losanna il prossimo 22 maggio. Sino a qualche settimana fa ero convinto che il problema della partecipazione del pugilato ai Giochi non si ponesse, che sarebbe stato sicuramente presente in Giappone. Pensavo che la questione fosse limitata … Continua a leggere Tokyo 2020, aumentano le Federazioni che vorrebbero escludere la boxe dai Giochi

Asta benefica, i guantoni di Messi incassano più delle maglie dell’Atalanta

Per una volta il pugilato ha sconfitto il calcio. Era una serata di benificenza, non poteva finire diversamente. A Seriate, in provincia di Bergamo, si è svolta un’asta per aiutare un signore colpito dalla SLA. Sono stati raccolti settemila euro da donare alla famiglia per sostenere le spese necessarie ad affrontare la malattia. Sono state battute alcune magliette dei giocatori dell’Atalanta, quella di Andrea Masiello se l’è aggiudicata un tifoso con un’offerta di 600 euro. Ma la cifra più alta è stata quella offerta per i guantoni usati da Luca Messi il 24 settembre 2009 ad Ascona, in occasione del … Continua a leggere Asta benefica, i guantoni di Messi incassano più delle maglie dell’Atalanta

La storia di Miracle Man, l’uomo che insegue un sogno. Battere Canelo

I miracoli sono sempre in attesa, senza far distinzione per nessuno. (Banana Yoshimoto)   Non so se il 5 maggio Daniel Danny Jacobs riuscirà nell’impresa di fermare la corsa di Saul Alvarez. Ma so che quello è il finale da film che lui sogna. Lo chiamano Miracle Man. E quel soprannome lo merita tutto. È un sopravvissuto. Otto anni fa, mentre soffriva su un lettino d’ospedale, gli avevano detto che non avrebbe più combattuto. Che molto probabilmente non avrebbe più camminato. Che rischiava di morire. Era la primavera del 2011 e Danny girava l’Iraq in visita alle truppe americane. Il … Continua a leggere La storia di Miracle Man, l’uomo che insegue un sogno. Battere Canelo

Wilder ci ricasca: “Se ucciderò Breazeale, non avrò alcun rimorso”

Deontay Wilder non sa gestire la rabbia. L’aggravante è che la usa per aumentare lo spessore di un personaggio che al momento non gode di popolarità universale. Eppure è il campione del mondo dei pesi massimi per il Wbc e ha un record di 40 successi e un pari, con trentanove vittorie per ko. La testimonianza dello scarso richiamo di Wilder è data dal fatto che solo nel dicembre scorso abbia esordito sulla pay per view, l’ha fatto con Showtime nel match contro Tyson Fury. Il risultato è stato giudicato buono all’interno del network: il combattimento è stato visto in … Continua a leggere Wilder ci ricasca: “Se ucciderò Breazeale, non avrò alcun rimorso”

La boxe femminile ha poche eroine, ma Claressa è una vera regina

È accaduto qualcosa di magico sabato notte in America. Una donna ha dimostrato al mondo che la boxe può tornare alle origini, riconquistare la bellezza che appartiene a quegli sport che vantano un unico campione, una sola regina. Claressa Shields (9-0, 2 ko) ha sconfitto l’imbattuta Christina Hammer (24-1-0, 11 ko). E lo ha fatto in modo chiaro, netto, devastante (98-91, 98-91, 98-92). Le ha imposto un pugilato fatto di velocità, tecnica e concretezza. Ha dominato l’intero incontro, ha sfiorato il knock out nell’ottavo round, ha tenuto la rivale costantemente sotto pressione. L’ha fatta sembrare, lei campionessa da dieci anni, … Continua a leggere La boxe femminile ha poche eroine, ma Claressa è una vera regina

Trent’anni fa moriva Sugar Ray Robinson. Vi racconto una storia…

Perdere il passato significa perdere il futuro. (Wang Shu)   Trent’anni fa moriva Sugar Ray Robinson (3 maggio 1921-12 aprile 1989), il più grande pugile di sempre. Aveva chiuso la carriera con un record di 174-19-6 (109 ko), la maggior parte delle sconfitte accumulate negli ultimi anni. Per ricordarlo avrei potuto raccontare i due titoli mondiali conquistati, le cinque volte che aveva vinto la cintura dei medi, i successi contro i più grandi del suo tempo, le epiche sfide con Jake La Motta. Ho preferito scrivere un’altra storia, quella di una sconfitta. Perché lui è stato grande anche quando perdeva. … Continua a leggere Trent’anni fa moriva Sugar Ray Robinson. Vi racconto una storia…

L’incredibile storia dell’eroe che stanotte sfiderà Vianello a Los Angeles

Lawrence Gabriel ha 32 anni. Ed è un eroe. A casa sua, a Syracuse, nello Stato di New York, ha sfidato la morte per difendere altri uomini. È l’1 febbraio del 2015. Tre giorni dovrebbe debuttare nel professionismo. Con un po’ di ritardo sta per realizzare il grande sogno. Per guadagnarsi da vivere lavora come buttafuori al McAvon’s Pub, nel distretto di Tipperary Hill. Quel giorno però è lì per festeggiare il compleanno di Sean, un amico. Sta telefonando alla fidanzata, quando come in un un incubo vede l’uomo davanti a lui tirare fuori una pistola e puntarla proprio verso … Continua a leggere L’incredibile storia dell’eroe che stanotte sfiderà Vianello a Los Angeles