L’intervista a Lai, le responsabilità e le smentite con le gambe corte…

Non ci sto. Vengo tirato in ballo, mio malgrado, da un doppio distinguo che merita una risposta. Leggo in Rete alcune affermazioni di Vittorio Lai, altri mi riferiscono dichiarazioni di Sergio Rosa. In entrambi i casi credo sia giusto precisare. Punto 1. In un’intervista concessa a losport24.com il vicepresidente federale e responsabile del settore tecnico nazionale Lai afferma: “Per portare entusiasmo, oltre che competenza tecnica, avevamo deciso, con il Consiglio Federale, di affidare la guida tecnica a Pedro Roque, lui aveva già dato la sua disponibilità a venire, per soli 5.000 € al mese, non per le cifre astronomiche che dicono altri”. … Continua a leggere L’intervista a Lai, le responsabilità e le smentite con le gambe corte…

Andrea Locatelli annuncia la sua squadra, poi fa due nomi a sorpresa…

Tappa romana del Giro d’Italia di Andrea Locatelli nella corsa alla presidenza della Federboxe. Una novità. Annunciata, in parte, la squadra, Quattro i candidati ufficiali al Consiglio Federale: Carlo Nori, Giuseppe Macchiarola, Raffaele Esposito e Walter Borghino. “Sarei felicissimo se fossero eletti anche Flavio D’Ambrosio ed Enrico Apa che, sia chiaro, non fanno parte della mia squadra” ha poi detto a sorpresa Locatelli. Quattro i punti chiave del programma Necessità assoluta di reperire nuove risorse (“Il reperimento di contributi esterni da parte della Federazione è attualmente inferiore all’1% rispetto al proprio bilancio“), capacità di gestire i rapporti con le televisioni, … Continua a leggere Andrea Locatelli annuncia la sua squadra, poi fa due nomi a sorpresa…

Era il 28 gennaio del ’78, Alexis Arguello sfidava Alfredo Escalera (video)

Era il 28 gennaio del 1978, trentanove anni fa. Sul ring dello stadio Juan Ramon Loubriel di Bayamon, Portorico, Alexis Arguello dopo quattro difese del mondiale dei piuma dava l’assalto al titolo Wbc dei superpiuma. Affrontava Alfredo Escalera. Il nicaraguense Arguello, El Flaco Esplosivo, aveva 25 anni e un record di 52-4-0. Il portoricano Escalera, El Salsero, aveva 25 anni e un record di 40-7-2. L’arbitro era lo statunitense Arthur Mercante. Un grande match. Continua a leggere Era il 28 gennaio del ’78, Alexis Arguello sfidava Alfredo Escalera (video)

Per l’Aiba a Rio non è successo niente. E allora perché ha rimmosso otto capi?

L’Aiba ha investigato per cinque mesi, poi ha emesso il verdetto. Nessun ulteriore provvedimento, dopo quelli presi a Rio, è stato ufficializzato. I match i cui verdetti erano stati giudicati controversi, a detta del presidente Wu, sono davvero pochi e la colpa è di quei manager che avevano assunto troppo potere. “Del resto – ha aggiunto il capo – i verdetti contrastati fanno parte integrante della storia dello sport“. I 36 arbitri e giudici sospesi dopo l’Olimpiade saranno reintegrati. In pratica hanno saltato solo i Mondiali Giovanili… Tanto rumore per nulla. I puniti restano sempre e solo i Magnifici Sette: … Continua a leggere Per l’Aiba a Rio non è successo niente. E allora perché ha rimmosso otto capi?

Entriamo nel bizzarro mondo di Floyd Mayweather jr…

Ho visto in Rete questa foto di Floyd Mayweather jr e non ho resistito. Sono andato a cercare altre immagini che esaltassero la sobrietà del personaggio, un tipo schivo che soffre di mancanza di autostima ed a cui non piace esibire le sue ricchezze. Ho trovato qualche immagine che avvalora questo ritratto psicologico dell’ex campione, ma anche delle sue fidanzate. E ho messo il tutto dentro un video. https://studio.stupeflix.com/v/9sRFI0xt7MiQ/ Ho cercato (e trovato) un mio vecchio articolo sul tema. Ve lo ripropongo. https://dartortorromeo.com/2015/01/25/in-un-libro-tutte-le-follie-di-mayweather/   Continua a leggere Entriamo nel bizzarro mondo di Floyd Mayweather jr…

Mazzinghi, Benvenuti, un cinema di periferia, i vecchi western e la pasta e patate…

Ho inseguito un filmato per più di un anno. Non riuscivo a trovarlo. Avevo chiesto aiuto al mio amico Davide Novelli, inviato della Rai, che aveva chiesto aiuto a sua volta a un dipendente della Teca dell’azienda. Sembrava che quel filmato fosse scomparso nella nebbia. Stavo scrivendo il libro su Sandro Mazzinghi e nella memoria avevo un’idea abbastanza precisa del secondo incontro con Nino Benvenuti, ma volevo fissarne meglio i contorni. A volte i ricordi ti ingannano, riportano davanti ai tuoi occhi solo le cose che ti fa piacere rivedere. Niente. Mi sono dovuto fidare degli spezzoni rimasti nella mente. … Continua a leggere Mazzinghi, Benvenuti, un cinema di periferia, i vecchi western e la pasta e patate…

Tra un mese le elezioni per la presidenza della Federboxe. Quegli strani giochini…

Tra un mese ci saranno le elezioni per il rinnovo del governo federale della Federboxe. Tre candidati alla presidenza, diciannove al Consiglio Federale in quota dirigenti di società, quattro in quota atleti professionisti, tre in quota atleti AOB o APB, quattro in quota tecnici. Su trentarè candidature, solo due donne. Tra i tre in lizza per la poltrona di comando c’è il presidente uscente Alberto Brasca (a destra) e il vice presidente con delega al settore tecnico Vittorio Lai (a sinistra). L’unica novità è rappresentata da Andrea Locatelli. E proprio questo non essere stato coinvolto in alcuna iniziativa dirigenziale, anzichè … Continua a leggere Tra un mese le elezioni per la presidenza della Federboxe. Quegli strani giochini…

Cinquant’anni fa Mazzinghi distruggeva Rolland per l’europeo superwelter

Accadeva cinquant’anni fa…   Sandro difende l’europeo dei superwelter contro Jean-Baptiste Rolland, che viene dalla regione del Calvados. È un momento importante per la vita, più che per la carriera di Mazzinghi. È in quell’occasione che fa un incontro particolare, conosce un barbone alla Stazione Ferroviaria di Milano. Lo aiuta, diventano quasi amici. Milano, 3 febbraio del ’67. Dopo poco più di nove round l’arbitro ferma Jean-Baptiste Rolland: kot. Travolto anche lui. Scrive Maurizio Mosca su LaGazzetta dello Sport. «L’altra sera con Mazzinghi, il pubblico di Milano ha vissuto momenti stupendi, emozioni, palpiti che non dimenticherà presto. Sandro è semplicemente … Continua a leggere Cinquant’anni fa Mazzinghi distruggeva Rolland per l’europeo superwelter

Francesco Fratalia e una storia di boxe che ci porta indietro nel tempo…

Questa è una storia che ho scritto molti anni fa. Lavoravo ancora in Piazza Indipendenza. Una mattina mi chiama Italo Cucci e mi consegna una busta bianca affrancata con un francobollo da 20 cents con la faccia di Harry Truman. Dentro c’è una lettera e un assegno da 10 dollari intestato al “Direttore Corriere dello Sport”. Arriva da Carver, Massachusetts, Stati Uniti. Il mittente è Reinaldo Oliveira. Questa storia comincia così. “Il pugile Civitavecchiese Francesco Fratalia, una volta il fior fiore del pugilato Italiano, 1948-1952, arrivera a Civitavecchia il 14 maggio su una da Crociera Crown Princess per una felice … Continua a leggere Francesco Fratalia e una storia di boxe che ci porta indietro nel tempo…