Un cameriere e il titolare di una pizzeria vogliono 8.6 milioni dai guadagni di Mayweather-Pacquiao

freddie-roach-and-manny-pacquiao

Al civico 8826 di Melrose Avenue, in piena West Hollywood a Los Angeles, c’è un ristorante frequentato dai divi del cinema (nella foto sotto l’attrice Oliva Culpo). Buona cucina, 20 dollari per una tartare di tonno, 36 per una carbonare al tartufo, 60 per un Pinot Grigio Livio Felluca, 420 per un’Ornellaia.

Ma non scrivo per una rivista di cucina, e allora la finisco qui.

C’è una ragione che mi ha spinto a curiosare su questo posto. È lì che lavora Gabriel Rueda, fa il cameriere. Un giorno ha pensato di avere in mano il biglietto vincente della lotteria.

craig

Era l’inizio del 2014 quando è riuscito a far sedere attorno allo stesso tavolo Manny Pacquiao, Freddie Roach e Leslie Moonves. I primi due li conoscete, ma forse non sapete che il terzo è il presidente della CBS-Tv, uno dei più grandi network americani.

A fine cena sembra che i tre l’abbiano salutato con una promessa, una ricompensa di quelle che gli avrebbero permesso di godersi vacanze infinite al sole dei Caraibi, senza dover pensare al conto da pagare.

Se il progetto di un match con Floyd Mayweather jr fosse andato in porto, gli avrebbero versato un’adeguata percentuale.

4245994_orig

Il 2 maggio del 2015 Pacquiao e Mayweather jr sono saliti sul ring di Las Vegas. Il match è stato venduto a 6.4 milioni di case in pay per view e ha generato un movimento di 670 milioni di dollari.

Quando Gabriel Ruelas, a contratti firmati, si è presentato all’incasso si è visto ricompensare (a suo dire) con una mancia vergognosa: un biglietto di bordo ring, una notte tutto pagato a Las Vegas e diecimila dollari. Pochi, troppo pochi. Altro che vacanze per tutta la vita ai Caraibi, al massimo poteva passare qualche mese in un motel di Ames nell’Iowa.

Ha così pensato di portare la rivendicazione davanti a un tribunale di Los Angeles, città in cui il reato sarebbe stato consumato.

Ha chiesto 8.6 milioni di dollari.

Il giusto” precisa Mr. Rueda, “senza di me quel match non si sarebbe mai fatto”.

Il primo a raccontare la storia è stato il giornalista Richard Johnson sul New York Post. E ha aggiunto anche il seguito.

raquel

Se prendi la macchina e guidi per meno di dieci minuti lungo il Santa Monica boulevard, arrivi a alla Mulberry Street Pizzeria di Beverly Hills. Locale che fa parte di una catena molto alla moda. Il proprietario è Ricky Palmer, nativo del Bronx, New York. Amico di lunga data di Sylvester Stallone, Arnold Schwarzenegger e Mickey Rourke. Ma anche e soprattutto (per me) ex marito di Raquel Welch (foto sopra).

pizza

Palmer si è gettato nella mischia.

Conosco Freddie Roach da una vita. Quando ho sentito che un tizio gli stava facendo causa sono andato da quel cameriere e gli ho ricordato che lui si era rivolto a me per combinare l’incontro tra quei tre signori. Vuole fottere i miei amici? Bene, allora lo porto in tribunale gli chiedo il 50% di quanto riuscirà ad ottenere”.

La storia continua…