Pagato 15.000$ per la farsa con Rourke!

kover

ELLIOT SEYMOUR ha guadagnato 15.000 dollari per l’esibizione con Mickey Rourke a Mosca. È questo il vero scandalo di quel match ridicolo.

Il Mail Online ha scritto che Seymour è un senzatetto che ha vissuto gli ultimi diciotto mesi in strada a Pasadena, California. Spero che con quei soldi possa risolvere qualcuno dei suoi problemi.

Ma perché spacciare un’esibizione assai vicina al mondo del wrestling per un incontro di boxe?

La sfida era programmata sulle cinque riprese da 2:30. E già questo avrebbe dovuto far capire (anche agli incompetenti) cosa stavamo per vedere.

Rourke ha 62 anni. E questo avrebbe dovuto chiudere il conto anche agli ultimi scettici.

image-11

Adesso si scopre che Seymour ha preso 10.000 dollari direttamente nel camerino di Mosca, più altri 5.000 che gli saranno consegnati, così ha detto il manager dell’attore al sito TMZ, negli Stati Uniti.

Perché?
Non poteva portare fuori dalla Russia l’intera somma.”

Ormai siamo in piena farsa.

Che non fosse un match, ma una recita, lo conferma il fatto che il risultato non appare sui siti ufficiali che riportano i record dei pugili. BoxRec primo fra tutti.

Tra viaggio, soggiorno, borsa e spese varie Elliott Seymour è costato tra i 20.000 e i 25.000 dollari.

Se penso che un buon professionista italiano viene pagato tra i 1.000 e i 1.500 euro, spese comprese, mi sale il nervosismo.

C’è qualcosa di marcio in una boxe che vuole trasformarsi in wrestling, dove tutto è finto e costruito a tavolino da abili sceneggiatori.

Già sento l’obiezione. Chiunque frequenti il mondo del pugilato sapeva che quello spettacolo sarebbe stato una buffonata. Vero. Ma fatevi mandare una rassegna stampa e poi ditemi qual è l’argomento pugilistico di cui si è più parlato sui giornali negli ultimi dieci giorni. Ecco, la buffonata ha vinto alla grande.

Ognuno gestisce i propri soldi e la propria dignità come meglio crede. Ognuno informa secondo la propria professionalità. Ma, per favore, non offendete più la boxe citandola come sport di riferimento in queste storie.

2 commenti

  1. Caro Dario, non volermene, ma non bisogna fare del qualunquismo senza prima capire le motivazioni, Rourke probabilmente pratica ancora la boxe, magari va anche in palestra e a 62anni ha partecipato ad match per farsi una campagna pubblicitaria, magari per farlo vincere hanno speso un bel pó di soldi, nonostante tutto ha raccolto un bel pó di spettatori e con il suo nome ha fatto anche della beneficenza, questo non é poco, l’errore grossolano degli organizzatori é stato quello di trovare un fantoccio anziché un suo simile antagonista con cui fare un vero combattimento. Per quanto riguarda il fatto di non essere su Boxerec non bisogna fare del qualunquismo, infatti mi pare che neppure i match pro dell gente dell’AIBA compaiano, in UK e nel mondo, ci sono moltissimi pugili che combattono fuori dai circuiti che appaiono in boxe-rec, é un piccolo segreto inglese dicono e non vogliono neppure essere classificati in quelle organizzazioni, molti hanno combattuto come pro e alcuni sono anche stagionate leggende che organizzano eventi nelle proprie ville o nei propri privati ritrovi, in UK per le borse, un semi-pro o white collar che sia, quando combatte garantisce almeno 30 biglietti venduti se non li fa, li mette di tasca sua, la sua parcella per l’incontro in proporzione anche al verdetto e comunque nettamente superiore ad un ns dilettante e a molti professionisti Italiani.

    • Caro Guido, non volermene tu. Ma credo che si debba stare attenti alle parole quando si scrive, anche se si tratta solo di un commento su Facebook o su un blog. Io non avrei usato il termine qualunquismo, ma non siamo tutti uguali.
      A parte il fatto che “match di pugilato” e “Mickey Rourke” non possono stare nella stessa frase, ti chiedo come si possa affermare che con la sua pagliacciata abbia fatto spettatori e incasso? Ti è sfuggito che la riunione di Mosca aveva in programma Provodnikov vs Castillo, Chakhkiev vs Jackson jr, Kudryashov vs Gomez, Trovanovsky vs Feria? Pensi davvero che siano andati all’arena per vedere Rourke vs Seymour? Se ascolti il filmato, oltre a guardarlo, sentirai i fischi del pubblico e le risate dei commentatori (anche alle operazioni di peso).
      L’attore e il senzatetto sono saliti sul ring in una riunione regolare e questo fatto è stato spacciato come un incontro ufficiale. Non era in una villa, non era tra white collar e tantomeno faceva parte dell’Apb che è fuori dal mondo professionistico normale. Quindi se fosse stato davvero un match, BoxRec l’avrebbe riportato. In ogni caso se per te va bene che si faccia qualsiasi buffonata purché si parli di boxe, mi dispiace di non poter essere d’accordo. Ho troppa passione per questo sport per sopportare che qualcuno lo umili o lo ridicolizzi. Non ti ho risposto su Facebook perché non mi sembrava il caso, ma se posti sul mio blog vuol dire che una risposta te la debbo.

Rispondi a GuidoCarli Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...